Capelli

Capelli rovinati: come agire?

La parte esterna del capello, la cuticola, potrebbe perdere lucentezza poichè le cellule di cui è composta tendono a sollevarsi, in questo modo la luce non è più riflessa in maniera omogenea e i capelli diventano opachi, sintomo di malessere della cuticola. E il bulbo, che è sede di cellule vive responsabili dell’allungamento, se danneggiato può degenerare e provocare una caduta eccessiva dei capelli.

Sui capelli rovinati occorre agire dall’interno con un’alimentazione ricca di frutta e di verdura. Quando necessario occorre integrare l’alimentazione per agire dall’interno e applicare prodotti cosmetici adatti.

Capelli in salute, sana alimentazione.

Come avviene per la pelle, anche i capelli hanno bisogno di essere nutriti dall’interno: questo significa che una sana e corretta alimentazione è utilissima per avere una capigliatura sana e forte. Quindi si a carni magre, pesce dei nostri mari, uova.

Molto importanti sono anche frutta secca e i semi oleosi, in particolare lino e zucca, che sono ricchi di acidi grassi essenziali, nutrienti e regolatori del sebo; sì alla frutta e verdura fresca, che contengono il betacarotene e ai legumi, come fonte di proteine e vitamine del gruppo B e ferro; così come il lievito disidratato in scaglie che è una fonte ricchissima di vitamina B.

Prodotti per i capelli: rigenerare bulbo e capelli.

La cosa migliore è utilizzare integratori specifici, occorre agire anche dall’interno, con mix di vitamine tra cui la vitamina E, B e H ma anche sali minerali biodisponibili, come magnesio, rame, ferro, zinco e salenio, fondamentali per la ri-mineralizzazione di unghie e capelli. Molto utile è anche lo zolfo, per la ristrutturazione del capello sfibrato. A livello cosmetico, ci sono poi alcune sostanze che rallentano la caduta dei capelli.

Occorre agire su più fronti, per rigenerare il bulbo e la fibra capillare utilizzando nei cosmetici per i capelli sostanze che stimolano il microcircolo, come Ginko biloba e Vitis vinifera, ma anche stimolanti del metabilismo cellulare come gli oli essenziali di rosmarino e ginepro. Occorrono anche gli antiossidanti, che contrastano la formazione dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento del bulbo e sostanze che rallentano la caduta, tra cui la Serenoa repens e l’acido azelaico.

Tutti questi componenti si trovano in lozioni o fiale specifiche per migliorare forza e lucentezza del capello. Lo shampoo, è un completamento sicuramente utile, non è sufficiente, perchè rimane a contatto con il cuoio capelluto troppo poco tempo per un’azione efficace sul bulbo.

Leggi di più…